Ci sono stati momenti controversi nella semifinale di EURO 2024 di stasera legati alla Serie A, come ha risposto Lamine Yamal Juventus il centrocampista Adrien Rabiot, Milano Il portiere Mike Maignan si lancia in una scivolata e l'obiettivo rossonero Alvaro Morata viene spazzato via dalla sicurezza.

La Spagna ha vinto 2-1 quella notte a Monaco e affronterà l'Inghilterra o l'Olanda nella finale di EURO 2024 di domenica.

Una semifinale di EURO 2024 ricca di eventi

Randal Kolo-Muani aveva aperto le marcature, annullate da uno splendido bigodino di sinistro all'incrocio dei pali di Lamine Yamal.

Stranamente, il centrocampista della Juventus Rabiot aveva deriso Yamal nelle interviste prima di questa partita, avvertendo che il 16enne avrebbe dovuto "fare di più" se voleva davvero lasciare il segno a EURO 2024.

Dopo aver già risposto con un messaggio su Instagram, Yamal lo ha poi fatto in campo con quel gol, superando Rabiot e davanti alle telecamere dopo il fischio finale, gridando: "Parla adesso, parla adesso!"

Durante la partita, il portiere del Milan Maignan ha mostrato le sue straordinarie capacità in campo correndo oltre i suoi limiti per lanciarsi in un contrasto in scivolata su Nico Williams.

Era molto rischioso, ma ha dato i suoi frutti, anche se avrebbe potuto facilmente essere un cartellino rosso se avesse sbagliato anche solo un po' il cronometraggio.

Dopo il fischio finale, gli organizzatori tedeschi di questo torneo EURO 2024 sono stati oggetto di ulteriori critiche, poiché c'era già stato un invasore del campo che era andato a farsi un selfie con Kylian Mbappé.

Abbiamo assistito a ripetute invasioni di campo durante la competizione e ce n'è stata un'altra durante i festeggiamenti post partita della Spagna.

Mentre gli steward si precipitavano ad afferrarlo, uno è scivolato e si è schiantato contro Morata, distorcendogli il ginocchio.

L'attaccante, fortemente legato al trasferimento al Milan dall'Atletico Madrid quest'estate, zoppicava gravemente ed era visibilmente arrabbiato mentre lasciava il campo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *