Milano Il presidente Paolo Scaroni ha espresso lunedì mattina la sua fiducia all'allenatore rossonero Stefano Pioli, dopo la vittoria per 1-0 della squadra sui campioni di Serie A 2022-23 Napoli a San Siro la domenica sera.

Il dirigente rossonero è intervenuto lunedì mattina in modo approfondito a Radio Anch'io Sport su Rai 1, nel corso del quale ha espresso le sue valutazioni sulla squadra, sul suo allenatore e sul potenziale del nuovo stadio San Donato.

Il Milan vince 1-0 home al Napoli domenica sera, grazie al gol al 25' del in forma Theo Hernandez.

"Per prendere in prestito le parole sia del nostro amministratore delegato Giorgio Furlani che di (Zlatan) Ibrahimovic, abbiamo totale fiducia in Pioli e i risultati stanno rafforzando la nostra fiducia", ha detto Scaroni agli ascoltatori lunedì mattina.

Scaroni ha parlato anche di Rafael Leao e dei suoi gol a secco in questa stagione. Il nazionale portoghese non segna da settembre in Serie A, ma ha contribuito con tre gol in campionato e nove assist in 24 partite, eguagliando un gol a partite alterne.

Con l'assist per il gol di Theo Hernandez contro il Napoli, Leao ne ha messi a segno tre nelle ultime due partite.

"Sono pazzo per i gol di Leao, ma se continua a regalare assist come quello di ieri sono molto contento anche di quello", ha detto Scaroni.

Scaroni ha aggiornato i tifosi anche sulle novità del progetto del nuovo stadio di San Donato.

Il Milan, attraverso SportLifeCity, ha acquistato ufficialmente la settimana scorsa un terreno a San Donato, con l'intenzione di erigere uno stadio da 70,000 posti in sostituzione dello Stadio Giuseppe Meazza.

“Abbiamo acquistato il terreno, abbiamo ricevuto la decisione favorevole del Comune di San Donato, ma abbiamo tutta una serie di passi nei confronti della Regione e degli enti locali.

“Siamo relativamente ottimisti, anche se in Italia essere ottimisti sulla costruzione degli stadi è un compito piuttosto difficile.

“Stiamo andando avanti, serve un nuovo stadio. Il sindaco di Milano ci ha chiesto di fare un ultimo tentativo per vedere se una ristrutturazione (di San Siro) è possibile. Sono un po' negativo su questa idea, non riesco a capire come si possano realizzare lavori di tale portata in uno stadio che ospita 70,000 persone ogni settimana.

“Tecnicamente è un tema difficile da affrontare, ma il sindaco ci ha chiesto di farlo e noi rispetteremo la sua volontà”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Biglietti Collezionista di kit