Arrigo Sacchi spera che i giocatori dell'Italia siano pronti a seguire Luciano Spalletti ma dice ai tifosi azzurri: 'Non metteteli sotto pressione e non chiedete la luna'.

Il ct dell'Italia Spalletti ha nominato la sua lista di 26 convocati per Euro 2024 giovedì tagliando gente del calibro di Ivan Provedel, Samuele Ricci e Riccardo Orsolini.

L'ex CT dell'Italia Sacchi ha spiegato cosa si aspetta dagli Azzurri nel torneo continentale che prenderà il via la prossima settimana.

“Spalletti ha scelto i suoi 26 ragazzi. Spero che siano tutti affidabili, pronti a dare l'anima al collettivo e pronti a mettere in pratica le richieste dell'allenatore. rubrica per la Gazzetta dello Sport.

Il punto di vista di Sacchi sulla rosa dell'Italia a Euro 2024

«Non abbiamo molto tempo per prepararci e c'è un ulteriore problema: l'Italia non ha mai avuto un'identità chiara.

“Spalletti vuole che i calciatori restino vicini e difendano in blocco unito. Per Spalletti l'Italia deve saper pressare alto e non lasciare spazi ai contropiedi. È piuttosto complicato, ma ho fiducia in Luciano perché è un ottimo allenatore con una visione chiara ed è in grado di trasmettere i suoi valori alla squadra”.

Gli Azzurri riprenderanno oggi gli allenamenti a Coverciano e giocheranno l'ultima amichevole prima di partire domenica per la Germania, quando allo Stadio Castellani incontreranno la Bosnia-Erzegovina. Empoli.

"Noi ha visto contro la Turchia che dobbiamo migliorare, ma è stato un test utile. L'obiettivo, ripeto, è coinvolgere tutti gli 11 giocatori ed essere sempre attivi, con e senza palla”, ha sottolineato Sacchi.

“Nicolò Barella può essere un elemento fondamentale e anche Lorenzo Pellegrini, che conosco benissimo, può dare il suo contributo. Forse è un po' stanco adesso a causa della stagione Roma è stato faticoso, ma sono convinto che contro l’Albania tornerà in forma”.

Gli Azzurri esordiranno contro la squadra di Sylvinho il 15 giugno 2024, a Dortmund.

Sacchi dà consigli ai tifosi italiani mentre Spalletti conferma la lista definitiva dei convocati per Euro 2024

“I ragazzi di Spalletti non devono pensare che sarà facile – ha continuato Sacchi.

“Nel calcio moderno non esistono squadre deboli. Siamo stati eliminati [dagli spareggi per la Coppa del Mondo] dalla Macedonia del Nord, quindi dobbiamo sapere qualcosa al riguardo. Non sottovalutate l'Albania, ma le critiche alla Nazionale non mi preoccupano. Al contrario, la storia dice che ogni volta che gli Azzurri venivano criticati, sapevano reagire”.

Sacchi, che raggiunse la finale dei Mondiali del 1994 con gli Azzurri, aveva un consiglio per i tifosi e i media.

“Non mettete pressione ai ragazzi di Spalletti. Non chiedere la luna", ha detto.

“Sarebbe controproducente dare loro troppe responsabilità. Ho sentito dire che Scamacca deve trascinare la squadra. Cose stupide. Scamacca deve giocare se Spalletti lo ritiene necessario e deve fare quello che chiede l'allenatore. Niente di più, niente di meno.

La spensieratezza può essere un valore aggiunto per questi calciatori e i media devono aiutare gli Azzurri a raggiungere questa serenità”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *