L'Arsenal potrebbe beneficiare di un'indagine sulla Juventus?

L'inchiesta su possibili illeciti a Juventus potrebbe essere molto vantaggioso per l'Arsenal, che da tempo tiene d'occhio il centrocampista Manuel Locatelli. 

I bianconeri sono attualmente sotto inchiesta per aver presumibilmente pagato in segreto gli stipendi dei loro giocatori durante le prime fasi della pandemia di COVID, nonostante abbiano dichiarato pubblicamente che i loro stipendi erano stati congelati per quattro mesi. L'intero consiglio di amministrazione e il presidente Andrea Agnelli si sono dimessi lunedì, lasciando il club allo sbando. 

Nel mirino anche la Juventus per presunta falsificazione delle plusvalenze di bilancio dal 2018 al 2021, che rischia gravi sanzioni, che vanno da multe e punti decurtati fino a una possibile retrocessione. 

Un club che probabilmente sta tenendo d'occhio la situazione è l'Arsenal. I Gunners sono stati interessati a ingaggiare Locatelli sin dal suo esordio sulla scena europea a Euro 2020 e i resoconti dei media negli ultimi mesi suggeriscono che sono ancora desiderosi di portarlo in campo, credendo che sarebbe una buona scelta per la squadra di Mikel Arteta . 

Se il caos dovesse continuare a infuriare alla Juventus, potrebbe essere costretta a vendere alcuni giocatori della prima squadra per alleviare i loro problemi finanziari, e questo potrebbe essere esattamente ciò di cui l'Arsenal ha bisogno per cercare di assicurarsi la firma di Locatelli. 

Il centrocampista italiano ha faticato a mostrare il meglio di sé a Torino sotto Massimiliano Allegri e potrebbe accogliere con favore l'occasione per un nuovo inizio altrove. 

3 Commenti su "L'Arsenal potrebbe beneficiare di un'indagine sulla Juventus?"

  1. Sembra che il Burger King drive thru club of Europe organizzerà una svendita al falò il prossimo inverno e l'estate. I club più grandi potrebbero dare un'occhiata a 3-4 dei loro migliori finti per renderlo giocatori. Non è colpa loro, ma ancora una volta se non puoi permetterti di guidare un proiettore, attieniti alla Fiat.

Lascia un Commento