L'ex tecnico nerazzurro Andrea Stramaccioni, il primo tattico italiano ad allenare nel campionato iraniano, ritiene che Mehdi Taremi possa fare la differenza sotto Simone Inzaghi in questa stagione.

Il nazionale iraniano è pronto a firmare un contratto biennale con i campioni in carica della Serie A, completando un trasferimento a parametro zero dal Porto. Il suo contratto con i portoghesi è scaduto il 30 giugno.

Stramaccioni, il primo tattico italiano alla guida di un club iraniano, ha parlato dell'esperto attaccante in un'intervista a La Gazzetta dello Sport.

“I calciatori iraniani di solito hanno una forte personalità e Taremi si è sempre ambientato bene nei nuovi club. Non l'ho mai allenato, ma lo conosco bene. È un gran lavoratore e ha sempre avuto l'atteggiamento giusto all'interno dello spogliatoio”, ha detto.

Inter sei il favorito per vincere il titolo di Serie A 2024-25, e puoi già farlo scommettere sulle partite di calcio attraverso siti specializzati in vista della nuova stagione.

"L'Inter è avanti per la sua solidità e la continuità del progetto" insisteva Stramaccioni.

“A parte Atalanta e Roma, tutte le altre squadre di punta hanno cambiato allenatore. Questo darà più entusiasmo, ma avranno bisogno di più tempo per adattarsi”.

Taremi è già arrivato Milano e si prevede che subirà il seconda parte degli esami medici entro il fine settimana prima di firmare il contratto con i nerazzurri.

"Ricordo che al Porto non era titolare quando arrivò, ma grazie alle sue prestazioni convinse Conceiçao a dargli spazio", ha continuato Stramaccioni.

"L'allenatore ha persino cambiato il sistema per lui."

È d'accordo con Lautaro Martinez, che diceva che Taremi avrebbe aiutato i nerazzurri a tenere palla in attacco?

!Assolutamente! Soprattutto per un motivo. Taremi è uno specialista quando si tratta di giocare con un altro attaccante", ha risposto Stramaccioni.

“Lo ha sempre fatto nella sua carriera. Il calendario sarà fitto e Taremi dovrà adattarsi a diversi partner d'attacco.

“Simone Inzaghi potrà puntare tutto su di lui nel pre-campionato con Thuram e Lautaro, che arriveranno più avanti dopo i tornei internazionali.

“Taremi è un attaccante esperto che può segnare tanti gol. Riempie l'area ed è un attaccante completo con forza fisica e forte nei duelli aerei. Sarà una valida alternativa a Lautaro e Thuram, che hanno dominato la scorsa stagione. Marotta e Ausilio hanno completato un acquisto importante, soprattutto perché lui è arrivato a parametro zero".

Taremi ha trascorso quattro stagioni al Porto segnando 91 gol in 182 presenze. È il terzo miglior cannoniere della nazionale iraniana, avendo segnato 50 volte in 85 presenze a livello internazionale.