Khephren Thuram ammette di aver "sognato di unirsi". Juventus fin da quando ero bambino', quando papà Lilian giocava in bianconero. "Se la Juve chiama, puoi solo dire sì."

Il centrocampista ha completato oggi il suo trasferimento per 20 milioni di euro più fino a 0.6 milioni di euro di add-on da OGC Nice e dovrà quindi confrontarsi con il fratello maggiore Marcus, che si è unito Inter la scorsa estate.

Khephren è nato in Italia nel marzo 2001, solo un paio di mesi prima che suo padre Lilian passasse dal Parma alla Juventus.

"Sognavo di arrivare alla Juventus fin da quando ero bambino, quindi sono molto emozionato e felice per questo giorno speciale" Thuram ha detto al sito ufficiale del club.

“Ricordo quando mio padre giocava allo Stadio Delle Alpi, ricordo Zlatan Ibrahimovic, che vivevo qui e pensavo che mio fratello fosse il migliore del mondo.

"Mio papà parlava della Juve come del club più grande d'Italia, lui la vede come il club più grande del mondo e quando arrivi alla Juventus devi giocare per vincere".

La Juventus è un affare di famiglia per Thuram

Ad accoglierlo al campo di allenamento della Continassa è stato l'attuale dirigente ed ex giocatore della Juve Gianluca Pessotto, che Khephren chiama ancora 'zio' essendo cresciuto in questa squadra.

Se i giganti del Torino sono sempre stati nel suo destino, allora l'interesse risale a molto prima che arrivasse all'OGC Nizza.

“Il primo contatto con la Juve è stato quando giocavo al Monaco, a 17 anni. Sono felice che la società sia tornata a cercarmi. Se la Juve chiama puoi solo dire sì”.

Thuram è stato scelto per aiutare a ricostruire il centrocampo sotto la guida del nuovo allenatore Thiago Motta, che ha una visione tattica molto diversa rispetto al predecessore Max Allegri.

“Mi piace correre con la palla, difendere, ma anche attaccare. Amo il calcio, mi piace stare in campo con i miei compagni di squadra e vincere", ha detto Khephren.

“Saluto i tifosi e spero di rivederli presto. Fino alla fine.”

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *